Antonio Sindona


Vai ai contenuti

Autobiografia

Chi sono

Sono nato a Palermo il 2 Maggio 1965 da Benito e da Fortunata Messana. I miei si sono trovati a metà strada. Mio padre, infatti, è di Messina mentre mia madre era di Alcamo (TP). Fino ai diciotto anni ho vissuto a Palermo con i miei genitori e con mio fratello Francesco. A Palermo ho frequentato, dopo la scuola dell'obbligo, il liceo scientifico "Stanislao Cannizzaro". Durante quegli anni, oltre a manifestare la mia attitudine per le materie scientifiche, ho maturato anche uno spiccato interesse per la filosofia e per la poesia e, proprio durante quel periodo, ho scritto i miei primi componimenti in italiano.

Circa sei mesi prima di diplomarmi manifestai ai miei genitori l'intenzione di andare a studiare Scienze dell'informazione a Pisa. Il "colpo" ovviamente fu notevole per loro, e tuttavia non ostacolarono il mio progetto. Il due di Ottobre del 1983, dopo una notte insonne trascorsa a pensare a mio fratello che lasciavo proprio mentre affrontava l'adolescenza, scesi dal treno che mi portava a Pisa. Era Domenica e la città a quell'ora (se non ricordo male non erano neanche le sette del mattino) non si era ancora svegliata (non che Pisa fosse una città particolarmente movimentata negli altri orari ...).
Cominciò così un periodo molto bello, seppur faticoso. Quell'esperienza mi servì anche per maturare e per capire cosa significava essere indipendenti.

Il 29 Agosto del 1985 conosco Isabella. Fu il classico colpo di fulmine che culminerà, sei anni dopo, nel matrimonio.

Il 17 Luglio del 1987, 3 anni ed 8 mesi dopo aver cominciato l'università mi laureavo, primo di quelle 1325 matricole in Scienze dell'informazione che affollarono Pisa nel 1983. Il regalo che ricordo ancora oggi con maggior piacere fu un portachiavi in argento che mi regalò un mio amico (Luigi Bertini) con sopra inciso un numero: 1335. Erano i giorni che avevo impiegato per laurearmi ...

Undici giorni dopo essermi laureato, ricevetti la prima offerta di lavoro (i tempi erano ben diversi da quelli che purtroppo si ritrovano ad affrontare i giovani che escono adesso dall'università) e nel giro di sei mesi ne ricevetti altre cinque ma dovetti rimandare l'ingresso nel mondo del lavoro per svolgere il servizio militare.
Avevo infatti vinto il concorso per allievi ufficiali di complemento nell'Esercito ed il 23 Settembre del 1987 mi presentai all'ingresso della caserma "G. Rossetti" alla Cecchignola (Roma) per seguire il corso di cinque mesi, trascorsi i quali mi trasferii a Cagliari con altri due colleghi, Sergio Casu (che divenne un mio fraterno amico) ed Alfonso Giordano, per svolgere il servizio di prima nomina.
I dieci mesi trascorsi a Cagliari furono, dal punto di vista umano, una delle esperienze più significative che abbia mai vissuto perchè mi ritrovai, a neanche 22 anni, a comandare un reparto di circa 45 fra militari e sottufficiali. A distanza di anni mi capita ancora di ricevere saluti da alcuni dei ragazzi che condivisero con me quel periodo, quindi non deve essere andata poi tanto male ... :-)

Il 24 Dicembre del 1987, dopo quasi cinque anni di girovagare per l'Italia, tornavo in pianta stabile a Palermo e l'otto marzo del 1989 entravo a lavorare nel laboratorio software di Carini (PA) dove ancora lavoro.

Il 7 Maggio del 1991 Isabella, che avevo conosciuto sei anni prima, diventa mia moglie (consumandosi l'esistenza ... sostengono i maligni!!!)

Il 25 Novembre del 1993 è stato, senza dubbio, il giorno più bello della mia vita visto che in quella data sono nati Francesco a Maurizio con un parto gemellare fuori dal normale visto che pesavano 3,350 Kg Maurizio e 3,300 Kg Francesco!

Poichè la vita regala momenti belli li bilancia con momenti altrettanto brutti. Il 22 Giugno del 1997 muore, dopo sette lunghi mesi di malattia, mia madre. Quella notte, mentre la vegliavo, scrissi la mia prima poesia in lingua siciliana "Furtunata!" che lessi in chiesa durante la cerimonia funebre del giorno successivo.

La Musa, che mi aveva accompagnato durante gli anni della scuola, si era destata nuovamente in quel terribile momento, regalandomi una delle poesie più belle che abbia mai scritto.

Gli impegni familiari e lavorativi mi tennero lontano per anni dalla poesia fino a quando, nel 2006, spinto da mia zia Ghita, decisi di partecipare ad alcuni concorsi di poesia. Da allora ho ripreso a scrivere, principalmente in lingua siciliana, e ... continuo a farlo!

Faccio parte dell'Associazione Jo' di Buseto Palizzolo e dal Gennaio 2010 faccio parte del Consiglio direttivo della "Scuola Poetica di Struttura Nuova".

Home Page | Chi sono | Attività letteraria | 129° Auc | Contatti | Risorse | Link amici | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu